Tosse: che fastidio!
17 Febbraio 2020
Punture di insetto
22 Agosto 2020

Perché ci abbronziamo ? 

Dalle pelli candide come il latte fino ad arrivare a quelle nero pece… questi sono i tipi di pelle che potete osservare su tutte le spiaggia 🏝. Ma sapete cosa succede alla nostra pelle quando viene esposta al sole 🧐⁉️

Oggi cercheremo di capire insieme a cosa serve l’abbronzatura e come avviene questo meccanismo.

Partiamo però da molto molto lontano e iniziamo dicendo che i raggi solari arrivano sulla terra sottoforma di raggi: 
-UVA (penetrano in profondità e sono alla base dell’invecchiamento cutaneo e dello sviluppo di tumori.
-UVB (principali responsabili degli eritemi e delle scottature superficiali)
-UVC (vengono schermati e non raggiungono la superficie terrestre)

Quindi pensate che quando siamo al mare d’estate, dove l’attività di questi raggi solari diventa più massiccia, il nostro corpo viene bombardato da tutti questi raggi e quindi deve correre al riparo e difendersi. 🛡

La nostra barriera ovviamente è la pelle e in particolare gli strati più superficiali (epidermide). Qui risiedono due popolazioni cellulari: i cheratinociti e i melanociti ‼️‼️
Questi ultimi sono localizzati nello strato più profondo dell’epidermide e ognuno di essi è circondato da circa trentasei cheratinociti, che sono in stretto contatto tramite delle estroflessioni chiamate dendriti.
La funzione principale dei melanociti è, infatti, quella di produrre un pigmento che si chiama melanina che, grazie a questi prolungamenti, viene progressivamente trasferita ai cheratinociti, conferendo (insieme ad altre sostanze presenti, come l’emoglobina o i carotenoidi) il colorito scuro alla nostra cute.

La melanina è contenuta quindi nei melanoiciti all’interno dei melanosomi e si divide in “eumelanina”, marrone o nera, e “feomelanina”, di colore rosso o giallo. Quando ci si espone al sole, vengono attivati una serie di segnali molecolari che mettono in moto i melanociti, stimolando la produzione di melanina e il suo trasferimento ai cheratinociti.
Questo meccanismo tende così a scurire la pelle.

Ma che senso ha far scurire la pelle ?? 🧐🤓

La melanina si accumula e si dispone attorno al nucleo dei cheratinociti e cerca di attenuare i danni provocati dai raggi solari nei confronti del materiale genetico (DNA) contenuto nel nucleo delle cellule. Infatti la struttura chimica della melanina gli permette di far avvenire una reazione fotochimica che converte l’energia dei fotoni UV in piccole quantità di calore, assolutamente innocua. Se l’energia dei fotoni dei raggi UV non venisse trasformata in calore, porterebbe infatti ad una generazione di radicali liberi o altre specie reattive dannose per la cellula.
L’abbronzatura, dunque, è un meccanismo evolutivo che ci protegge dai danni solari prolungati. Tale meccanismo è stato messo appunto circa un milione di anni fa dai nostri antenati come difesa nei confronti della luce del sole ☀️.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *